Workshop

13 giugno 2019

Verscio, Teatro Dimitri – ore 18.00-20.30
Evento introduttivo aperto alla cittadinanza.

Programma

  • Benvenuto
    Lancio del tema: “come risuona il territorio negli spazi teatrali?”.
  • Presentazione di tre casi di studio
    Il rumore lontano. Un esercizio di lettura territoriale del Canton Ticino attraverso i suoni
    Centovalli-Centoricordi (2013)
    Re Cervo (2014, esito performativo del progetto di ricerca “SPASS – Sinergie fra Pratiche Artistiche e Spostamenti Sostenibili”)
  • Rinfresco

Casi di studio

Si tratta di esperienze e indagini che ruotano attorno al filo rosso della Centovallina: una realtà ferroviaria molto interessante nella sua dimensione allo stesso tempo internazionale e locale, che permette di problematizzare le frontiere culturali e politiche tra due regioni limitrofe. I relatori dell’evento rifletteranno sugli spazi e i suoni che denotano lo spostamento del treno in uno spazio-tempo che gli è tecnologicamente proprio (e per la Svizzera il treno esiste quale marcatore territoriale), in un gioco continuo di rimandi al treno quale spazio vissuto caratterizzato da impercettibili ritmi pulsanti di coloro che vivono il treno come luogo in cui la distanza non si misura nella metrica spaziale, ma in quella temporale. Ma il treno e gli eventi scenici che lo hanno visto coinvolto saranno anche lo spunto per riflettere, sulla base di esperienze concrete, sulla dimensione spaziale e sonora di modalità del fare teatro fortemente radicate in una relazione di legami antropologicamente forti con luoghi geografici e culturali di frontiera.

Relatori

Xabier Erkizia, soundartist, ricercatore freelance e Professore alla scuola del cinema di San Sebastian.

Antonella Astolfi, docente di voce all’Accademia Teatro Dimitri.

Informazioni aggiuntive

Durante la serata sarà possibile visitare l’installazione de “Il rumore Lontano” di X. Erkizia.

14 giugno 2019

Locarno, Dipartimento formazione e apprendimento – ore 08.30-18.30

Programma

  • 8.30 – Apertura della giornata
  • 9.30 – Openspace
    Attraverso la metodologia dell’Openspace i partecipanti sono invitati a riflettere sugli aspetti critici e le opportunità connesse al tema:  “come risuona il territorio negli spazi teatrali?”.